Caldo e cattiva circolazione periferica: Come affrontarla


Il Consiglio dell'esperto
Difese immunitarie: come rafforzarle

L'arrivo della bella stagione e del caldo può far aumentare i problemi relativi alla circolazione del sangue degli arti, in particolar modo quella delle gambe, delle caviglie e dei che ci sembrano gonfie e appesantite soprattutto a fine giornata.



A soffrire di problemi di cattiva circolazione periferica sono soprattutto le donne, anche se spesso anche gli uomini accusano fastidi durante l'estate con le temperature che si alzano. Con qualche consiglio e delle accortezze, tuttavia, potrete affrontare al meglio la bella stagione godendovi anche il sole e le giornate al mare.

Come per ogni stagione, anche l'estate prevede una preparazione del corpo per garantirgli salute e benessere in ogni momento. Prendervi cura di voi vi permetterà di ridurre al minimo i possibili disagi che derivano da una cattiva circolazione periferica e che vengono nettamente accentuati quando alte temperature e elevati tassi di umidità favoriscono la dilatazione delle vene dalle gambe fino ai piedi. Oltre ai rimedi che potete trovare in farmacia, come integratori e altri supporti, è bene adottare una serie di buone abitudini da mantenere come un vero e proprio stile di vita. In questo articolo troverete diversi consigli utili per gestire al meglio l'estate e risolvere i problemi legati alla cattiva circolazione periferica.


Se soffrite di insufficienza venosa, in estate potete ridurre il disagio delle gambe gonfie adottando qualche rimedio e adottando delle nuove abitudini sia dal punto di vista alimentare che, in generale, nella routine quotidiana.


Alcuni semplici consigli

Innanzitutto, la prima regola fondamentale è quella di bere molto. Si tratta di un consiglio sempre valido ma che in estate diventa una vera e propria necessità, in quanto la sudorazione che aumenta fa perdere liquidi che devono essere assolutamente reintegrati. Un'altra cosa da fare è quella di limitare la sedentarietà. Se fate lavori statici, cercate di alzarvi ogni due ore per camminare e fare qualche piccolo esercizio e, mentre siete seduti, non accavallate le gambe ma cambiate comunque posizione spesso. Lo stesso vale se trascorrete molte ore in piedi in posizione ferma. Anche in questo caso, cercate di prendervi delle pause per riposare e per muovere gli arti.

La salute e il benessere passano attraverso la tavola e questo vale anche se soffrite di prolemi di cattiva circolazione periferica. In estate in particolar modo dovreste evitare piatti molto pesanti e laboriosi, fritti e alcolici preferendo alimenti freschi, a base di frutta e verdura di stagione, meglio se cruda. La cottura, infatti, disperde molti dei preziosi elementi nutritivi presenti in questi cibi. Cercate di praticare regolarmente attività fisica, perché lo sport aiuta a mantenere una buona circolazione del sangue. Camminare a passo svelto, in particolare, è l'attività ideale per tenere in moto le gambe e limitare i fastidi legati ai problemi di circolazione. L'aerobica, invece, favorisce un buon funzionamento del sistema cardiovascolare e aiuta a migliorare l'ossigenazione del sangue e la circolazione. 
Se siete al mare, passeggiate in acqua, il semplice massaggio dell'acqua stessa, soprattutto se fresca, attiva la circolazione e permette di ottenere grandi benefici.
Cercate di tenere quanto più possibile le gambe sollevate per favorire la circolazione e il drenaggio di eventuali liquidi in eccesso.



Se tutto questo non dovesse bastare, in farmacia potrete trovare diversi prodotti fitoterapici che potranno aiutarvi a contrastare la cattiva circolazione periferica come gli integratori a base di mirtillo o le creme rinfrescanti con formulazione appositamente studiata.





Post recenti

Mostra tutti