Farmaci, ecco quali portare in vacanza e come conservarli

Il consiglio dell'esperto



Siete in procinto di partire e vi chiedete quali medicinali e documenti portare con voi? Ecco qualche consiglio per non dimenticare nulla, a seconda della vostra destinazione e del vostro stato di salute.


Un viaggio inizia con la sua preparazione. Meglio, quindi, attrezzarsi per tempo.

Innanzitutto, verificate di avere un documento che attesti il gruppo sanguigno e, se andate fuori dall'Unione Europea, anche un libretto vaccinale.

Se soffrite di patologie croniche, il dossier medico (preferibilmente tradotto in inglese) va inserito in valigia, per ogni eventualità.

Sottoscrivere un'assicurazione medica è sempre un'ottima precauzione, soprattutto in un periodo post pandemia come quello attuale.


Farmaci da portare in vacanza: come scegliere

Un vero e proprio kit standard di medicinali da portare in viaggio non esiste. In generale, il criterio è quello di includere qualsiasi cosa che possa rendervi in grado di continuare i soliti trattamenti fuori casa, curare ferite e disturbi lievi e prevenire alcune infezioni.

La lista di medicinali da mettere in valigia dipende da:


  • stato di salute e storia medica

  • destinazione

  • stagione del soggiorno (es. secca o umida) e la sua durata

  • tipo di viaggio (professionale o turistico, individuale o di gruppo, organizzato o di avventura) e condizioni di alloggio


Farmaci da portare in vacanza: il kit di soccorso

Un viaggio è un'esperienza densa di imprevisti. Anche se avete pianificato di starvene tutto il giorno distesi al sole su una spiaggia esotica, qualche inconveniente può sempre verificarsi. Un kit di pronto soccorso eviterà di dover andare a caccia di una farmacia. Ecco cosa includere:

  • disinfettante idroalcolico per disinfettare le mani (le buone abitudini non vanno mai in vacanza)

  • impacchi e cerotti sterili per aiutare a fermare l'emorragia in caso di taglio

  • crema lenitiva per scottature solari (oltre a un solare con un alto fattore di protezione)

  • medicazioni per ustioni e ferite cutanee trasudanti. Fate, però, attenzione alla conservazione di questo tipo di medicamenti, in quanto possono ideteriorarsi al calore o all'umidità

  • punti adesivi

  • benda compressiva, forbici e spilla da balia

  • pinzette e levazecche

  • termometro

  • calze a compressione o calzini se dovete viaggiare in aereo e siete predisposti a flebiti

Farmaci da portare in vacanza: promemoria di viaggio

Il consiglio generale è di mettere in valigia solo farmaci di cui conoscete l'uso (indicazioni, dosaggi) e nella loro confezione originale (quindi, non sfusi), per poter leggere le istruzioni se necessario.


Anti-nausea

Sono utili in caso di nausea correlata alla cinetosi (in aereo, in auto, in barca, ecc.)


Antisettico topico

Potrebbe essere, ad esempio, clorexidina. Scegliete preferibilmente una forma in spray o salviette: le bottiglie possono aprirsi, durante il viaggio.


Analgesici e antipiretici

È preferibile optare per medicinali che non si deteriorano al calore ed evitare le supposte.

Antistaminici

Sono utili in caso di allergie: per capire quali sono quelli più adatti a voi, chiedete consiglio al farmacista


Anti-diarroici

In caso di diarrea del turista, fate ricorso alle regole essenziali di nutrizione. Se questo è insufficiente, utilizzare i farmaci:


  • Rallentatori del transito intestinale. Riducono le contrazioni dell'intestino e diminuiscono la frequenza delle feci. Non devono essere usati in caso di grave diarrea contenente sangue o accompagnata da febbre e in ragazzi di età inferiore a 12 anni

  • Antispastici. Bloccano gli spasmi dell'intestino e sono quindi utili in caso di dolore o crampi

  • Probiotici. Possono essere asunti come misura preventiva per rafforzare la flora intestinale ed evitare o ridurre la diarrea del viaggiatore

Lassativi

La stitichezza è comune quando si affrontano cambiamenti di abitudini. In farmacia, sapranno consigliarvi meglio sul tipo da portare in viaggio (osmotici, lubrificanti, etc)


Colliri e soluzione salina

Meglio acquistare delle confezioni con fiale monodose per evitare il deterioramento


Compresse e filtri per purificare l'acqua

Se non siete sicuri di poter acquistare bottiglie d'acqua sigillate, allora meglio depurare l'acqua, soprattutto in quei Paesi dove l'igiene è precaria.


Reidratanti

Le bustine monodose orali possono essere usate se andate in un Paese caldo che espone al rischio di disidratazione: basta diluire 6 cucchiaini di zucchero e mezzo cucchiaino di sale in 1 litro di acqua.


Repellenti

Se siete diretti in un Paese in cui la malaria non è stata debellata, consultate il medico.


Farmaci da portare in vacanza: come conservarli

Se dovete trasportare farmaci soggetti a deterioramento (medicamenti piuttisto che medicinali che normalmente conservate in frigorifero) l'unica soluzione è quella di dotarsi di ghiaccio incapsulato o di ghiaccio secco, da inserire in un'apposita borsa termica.


Post recenti

Mostra tutti